13.5 C
Orvieto
September 29, 2020

Castel Viscardo – Pottery Museum

Contacts

Address: Via Garibaldi – Castel Viscardo (TR)
Telephone: (+39) 328.1527119
Telephone: (+39) 329.2081122
E-mail: museoterrecottecastelviscardo@gmail.com
Web: www.facebook.com/museoterrecotte.castelviscardo

The structure is part of the Orvieto ECOMUSEUM, it can host school groups and adults curious to enter the terracotta world of which Castel Viscardo has been known since 1541 (the year in which the presence of a first kiln is documented).

The museum consists of three small rooms and an educational laboratory:

1st Room: Conference room in which an explanatory video of the history of the kilns of Castel Viscardo is projected, both about bricks and of the now disappeared kilns of pots, jars, dishes and votive images. A series of images are set up, made available by the local companies, representing their most significant commission and on the sides two imposing oil jars of the early 20th century, the work of the master Gioacchino Borri. Finally, the corner of the archive, an open book with browsable slides in which to retrace the history of craftsmanship through the various documents found so far, a section for bricks and one for vases, jars and dishes.

2nd Room: The kiln: reconstruction of a work room as it was until a few years ago; a work table and other tools; nearby there is also the reproduction of a small pit oven for cooking with a lot of examples on the art of “baking”. On the walls are explanatory panels on the processing stages.

3rd Room: History of Castel Viscardo: A 3D video traces the history of Viscardo Castle from the end of the 13th century to 1928. From the first watchtower to the construction of the village within the walls and up to the unfortunate destruction of the houses of the ancient village in 1928. On the sides panels representing a fresco of the 17th century Castel Viscardo and a view of the Castle with and without the houses of the district called “Suddentro”. On the other side reproduction of the Gregorian Land Registry and indication of brick and terracotta kilns in 1876.

Laboratory: located on the floor below, it includes an important production of material by local artists who decorate the town in some characteristic places; it is equipped with a kiln for cooking and enamel. Thanks to the regional contribution, pottery courses are organized within it.

Museo delle terrecotte

Orari

N/D

Web: www.facebook.com/museoterrecotte.castelviscardo

Contatti

Indirizzo:
Via Garibaldi – Castel Viscardo (TR)

Telefono:
(+39) 329.2081122
(+39) 328.1527119

E-mail:
museoterrecottecastelviscardo@gmail.com

La struttura fa parte dell’ECOMUSEO dell’Orvietano, può ospitare scolaresche e adulti curiosi di entrare nel mondo del laterizio del quale a Castel Viscardo, si hanno notizie fin dal 1541 (anno in cui è documentata la presenza di una prima fornace).

Il Museo si compone di tre piccole sale e di un laboratorio didattico:

1° Sala: Sala conferenze nella quale viene proiettato un video esplicativo della storia delle fornaci di Castel Viscardo, sia di mattoni che delle oramai scomparse fornaci di pignatte, orci, stoviglie e immagini votive. Sono allestite una serie di immagini, messe a disposizione dalle locali aziende, rappresentanti la loro commissione più significativa e ai lati due imponenti orci da olio dell’inizio del XX secolo, opera del mastro Gioacchino Borri. Infine, l’angolo dell’archivio, un libro aperto con slide sfogliabili nel quale ripercorrere la storia dell’artigianato attraverso i vari documenti sin qui ritrovati, una sezione per i laterizi e una per i vasi, orci e stoviglie.

2° Sala: La fornace: ricostruzione di una piccola capanna, così come era sino a pochi anni or sono; troviamo il tavolo da lavoro e altri attrezzi; nei pressi si trova anche la riproduzione di un piccolo forno a pozzo per la cottura con tanto di esemplificazione sull’arte della “infornatura”, ossia la disposizione dei mattoni all’interno del forno. Alle pareti, pannelli esplicativi sulle fasi della lavorazione.

3° Sala: al piano superiore: Storia di Castel Viscardo: Un video in 3D ripercorre la storia del Castello di Viscardo, dalla fine del XIII secolo al 1928, dalla prima torre di avvistamento, alla costruzione del borgo all’interno delle mura, sino alla infelice distruzione delle case dell’antico paese operata nel 1928. Ai lati pannelli rappresentanti un affresco di Castel Viscardo del XVII secolo e vista del Castello con e senza le case del rione detto “Suddentro”, dall’altra parte, riproduzione del Catasto Gregoriano e indicazione delle fornaci di mattoni e terrecotte nel 1876.

Laboratorio: posto al piano sottostante, annovera una importante produzione di materiale da parte di artisti locali che decora il paese in alcuni luoghi caratteristici; è dotato di forno per la cottura e lo smalto. Al suo interno si organizzano, grazie al contributo regionale, corsi di manipolazione dell’argilla.