Image default

Ceramica e Terracotta, arte del territorio

Località

  • Orvieto
  • Castel Viscardo
  • Ficulle

Tempo di visita

  • 2 giorni

Come muoversi

  • Auto necessaria

L’arte della lavorazione della ceramica e della terracotta nasce da molto lontano e rappresenta ancora oggi una forma di artigianato tipica del territorio orvietano. Dal bucchero etrusco alle ceramiche romane, la lavorazione dell’argilla si è sviluppata di pari passo con le diverse epoche storiche giungendo fino a noi con le più svariate forme d’arte.

La produzione artistica della ceramica ha una lunga tradizione ad Orvieto. Partendo dalla produzione etrusca, la lavorazione della creta e terracotta ha assunto una sua particolarità di forme e motivi ancora oggi apprezzati. Anzi, nel tempo, ai disegni ed alla lavorazione tradizionale (derivante dal periodo medievale e rinascimentale) si sono aggiunte produzioni artistiche moderne e reinterpretazioni originali a testimoniare di un’arte viva più che mai.

Per comprendere al meglio la tradizione di Castel Viscardo nella lavorazione manuale del cotto è sufficiente osservare il paese, i laterizi del castello, le numerose attività che ancora producono come una volta il cotto e la presenza di un museo delle terrecotte.

Già dall’origine del suo nome (Figulus, ovvero Vasaio in latino), il paese svela un forte legame con l’arte della lavorazione della creta di cui è ricco il territorio circostante. A Ficulle, questa lavorazione artistica ha avuto un tipo specifico di prodotto: i cocci ficullesi che si distinguono per il colore marrone con sfumature verdi e per una produzione per lo più destinata a pezzi per l’uso quotidiano (piatti, bicchieri, panate…).

profile pic url
199,9k Followers
Follow