9.2 C
Orvieto
Novembre 13, 2019

Delizie norcine dell’Orvietano

Località

  • San Venanzo
  • Ficulle
  • Orvieto

Tempo di visita

  • 3 giorni

Come muoversi

  • Auto necessaria

Una proposta di gusto per scoprire e assaporare alcuni piatti e prodotti tipici del territorio orvietano. In particolare alcune specialità di alta norcineria lavorate sapientemente con metodi tradizionali.

A San Venanzo, paese circondato dal verde e dalla natura del Monte Peglia, si produce la cosiddetta “Sella di San Venanzo“. Si tratta di un saporito prodotto ottenuto dal lombo intero di suino con tutto il suo lardo che, sapientemente aromatizzato e “massaggiato” viene poi lasciato stagionare per cinque mesi prima di essere  sulla tavola. Localmente è molto apprezzato servito insieme all’altrettanto tipica “torta al testo” una sorta focaccia, impastata e cotta su un piatto di ghisa o di pietra, (chiamato appunto il testo).

Anche in questo paese partendo sempre dalla parte lombare del maiale, si ottiene il “Groppone di Ficulle“. Anche in questo caso è molto importante la fase di aromatizzazione del prodotto che qui avviene con aglio, peperoncino e vino rosso orvietano. Terminata questa fase si passa quindi alla salatura ed alla stagionatura in grotta per circa 8/10 mesi.

Anche la città della rupe tra i suoi piatti e prodotti tipici attinge dalla tradizione norcina e dalla lavorazione delle carni suine. In questo caso, tra le tipicità che si possono degustare nelle trattorie locali e nei ristoranti del territorio ci sono il baffo di maiale ( guance del maiale, messe sotto sale con tutta la cotenna e condite con aglio, sale e pepe e come da antica ricetta viene gustato cotto con salvia e aceto), il “mazzafegato” (simile alla salsiccia e proposto in versione salata e dolce) e infine, l’immancabile porchetta che, come da tradizione umbra, viene cotta intera e aromatizzata con finocchio selvatico.