28.8 C
Orvieto
Agosto 23, 2019
Image default

I luoghi di Ippolito Scalza, architetto e scultore orvietano

Località

  • Baschi
  • Ficulle
  • Orvieto

Tempo di visita

  • 2 giorni

Come muoversi

  • Auto necessaria

Un percorso di visita, una proposta per conoscere, nel territorio orvietano, alcune delle opere di Ippolito Scalza, importate personaggio del territorio, architetto e scultore orvietano a cui si deve l’opera di modernizzazione di molti edifici e palazzi di Orvieto e la progettazione delle chiese parrocchiali di Ficulle e Baschi.

Situata nella parte vecchia del paese, la chiesa di San Nicolò, il cui rifacimento (la prima struttura risaliva al XII secolo) iniziò nel 1576 su progetto dello Scalza il quale seguì personalmente i lavori per circa 10 anni e che rappresenta il primo edificio religioso dell’architetto orvietano.
La facciata della chiesa è lineare, con l’elegante campanile che svetta, l’interno è ad una sola aula con due cappelle; alle pareti lo Scalza propone un ordine di paraste inquadranti archi, sormontato da un attico finestrato. La pietra grigia basaltina e l’intonaco danno un’intonazione toscana, brunelleschiana. Nella cappella del SS. Sacramento, a destra, un prezioso trittico di Giovanni di Paolo, senese (1440), rappresenta la Madonna, S. Nicola e un altro santo. Sotto l’altare riposa il corpo di San Longino, compatrono del paese. Sopra la porta centrale, nel 1700, fu posto un bellissimo organo con 500 canne.

Nel centro del paese di Ficulle, la chiesa di Santa Maria Nuova di stile tardo-rinascimentale manierista è attribuita ad Ippolito Scalza. La sua costruzione caratterizzata da uno stile solenne e semplice, l’interno presenta interessanti tele come quella dell’Ultima Cena, attribuita dal Calderini al manierismo romano.

Nel 2017 anno in cui è ricorso il 4° Centenario della sua morte, Orvieto ha voluto celebrare Ippolito Scalza (Orvieto, 1532 – 1617), architetto e scultore orvietano che si è contraddistinto per un continuo e lungo impegno per la sua città.  Se l’opera forse più apprezzata e importante rimane la scultura della Pietà in Duomo, va detto che è come architetto che lo Scalza ha, in modo più rilevante, trasformato e modernizzato gran parte del centro storico di Orvieto. Moltissimi sono i palazzi e le chiese a cui lo Scalza si dedicò. Tra questi edifici il Palazzo Comunale, Palazzo Monadeschi, Palazzo Marsciano, Palazzo Clementini, la chiesa di San Lorenzo in Vineis….

profile pic url
197,4k Followers
Follow