9.9 C
Orvieto
Dicembre 8, 2019

Orvieto, dalle corporazioni ai maestri artigiani

Località

  • Orvieto

Tempo di visita

  • 2 giorni

Come muoversi

  • Visitabile e piedi

Il museo dell’Opera del Duomo conserva una pergamena antica dove sono raffigurati simboli di arti e mestieri della città nel Medioevo. Attività classificate come arti maggiori o minori e raggruppate in “corporazioni“, ovvero, associazioni il cui compito era di organizzare e regolare il lavoro di ogni bottega. Da allora ad oggi Orvieto ancora orgogliosamente conserva lo spirito e la passione di quel tempo. Per questo sulla rupe, tra i suoi vicoli, sono ancora presenti botteghe artigiane e sopratutto artigiani che portano avanti mestieri tradizionali. In particolare ad Orvieto l’artigianato si ritrova nella lavorazione artistica della ceramica, nel merletto d’Irlanda e nella lavorazione di legno, metalli (ferro battuto e oro) e cuoio.

La ceramica è una delle forme di artigianato più antiche e longeve di Orvieto. Presente nel territorio a cominciare dagli Etruschi, è tra il XII e XIII secolo che ad Orvieto si diffonde la ceramica artistica dipinta raggiungendo altissimi livelli di qualità ed estetica. Nei secoli seguenti, si afferma la maiolica (‘400)  che si arricchisce di nuove forme e colori e che ancora oggi, è forse la tipologia più tipica di Orvieto. La continua evoluzione della lavorazione della ceramica continua e, anche nel ‘900 con la nascita dell’arte dei “Vascellari” si assiste ad un’ulteriore slancio di questa forma d’arte.

L’arte della lavorazione del merletto d’Irlanda viene introdotta ad Orvieto nei primi anni del ‘900 e, fin dall’inizio, sono le nobildonne locali ad avviarsi a questa forma d’arte. La lavorazione del merletto si diffonde rapidamente e, con il tempo, raggiunge livelli di lavorazione sempre più complessi e artistici.

Altre lavorazioni artigiane ad Orvieto con una lunga tradizione sono quelle dall’arte orafa e della lavorazione del ferro battuto, del cuoio e del legno. In particolare, nell’artigianato legato alla lavorazione del legno, un personaggio di grande rilievo nella storia cittadina è rappresentato dalla figura dell’artigiano Gualverio MIchelangeli la cui inventiva e maestria nel creare oggetti in legno lo ha reso famoso nel mondo e ha fatto del suo stile, un esempio sempre riconoscibile e apprezzato.