20.4 C
Orvieto
Ottobre 16, 2019
Image default

Orvieto ed il Miracolo Eucaristico

Località

  • Orvieto

Tempo di visita

  • 1 giorno

Come muoversi

  • Visitabile a piedi

Orvieto, la sua storia legata al Miracolo Eucaristico di Bolsena. La solennità del Corpus Domini e la reliquia di una delle festività più importanti della cristianità.

Nel 1263 si racconta che un prete boemo, in pellegrinaggio verso Roma, mentre celebrava messa a Bolsena, al momento dell’Eucarestia, nello spezzare l’ostia consacrata, fu pervaso dal dubbio che essa potesse davvero contenere il corpo di Cristo. Allora dall’ostia uscirono gocce di sangue che macchiarono il bianco  corporale di lino liturgico ed alcune pietre dell’altare. Questo prodigioso evento, oggi noto come “Miracolo Eucaristico di Bolsena”, venne subito riferito all’allora pontefice Urbano IV che, in quei giorni, risiedeva ad Orvieto. Il pontefice inviò a Bolsena il Vescovo Giacomo per verificare l’accaduto chiedendo di far trasferire ad Orvieto il lino insanguinato. Nell’ agosto dell’anno seguente (1264) il Papa mostrando il Corporale al popolo promulgò la Bolla “Transiturus de hoc mundo” con la quale si istituiva la solenne Festa del Corpus Domini per tutta la cristianità. Le reliquie del miracolo sono ancora oggi visibili: le pietre macchiate di sangue sono conservate nella basilica di Santa Cristina a Bolsena, mentre Orvieto cuistodisce il sacro lino in un prezioso reliquiario. Per diversi anni il reliquiario (una mirabile opera di oreficeria del 1337) rimase nella cappella del Corporale del Duomo di Orvieto, dove gli affreschi delle pareti rappresentano proprio scene del miracolo. Oggi invece viene custodito nelle stanze del Museo dell’Opera del Duomo. Soltanto in occasione della festa del Corpus Domini viene portato in processione ed esposto al pubblico. Un altro luogo legato a questo evento si trova anche fuori dalla rupe di Orvieto ed è noto come il “Sasso Tagliato“. Si tratta di un grande masso immerso in una zona di campagna sulla strada tra Orvieto e Bolsena e che la tradizione sostiene si sia miracolosamente aperto proprio mentre il lino insanguinato veniva condotto dalla cittadina laziale ad Orvieto.

profile pic url
195,5k Followers
Follow