20 C
Orvieto
Ottobre 21, 2019

Quattro castelli da visitare

Località

  • Porano
  • Castel Viscardo
  • Ficulle
  • Montegabbione

Tempo di visita

  • 3 giorni

Come muoversi

  • Auto necessaria

In un territorio ricco di storia e tradizione, non mancano rocche, castelli e fortificazioni, alcune delle quali divenuti di proprietà privata, altri adibiti ad altri usi. In questo percorso in quattro tappe si potranno vedere quattro diversi castelli di epoca medievale, ognuno con il proprio passato e con le proprie caratteristiche.

Costruito nel XIII secolo, Castel Rubello è naturalmente posto su una emergenza collinare; dalla strada di accesso presenta ottime qualità ambientali, ponendosi con ruolo emergente in un paesaggio collinare molto variato e contraddistinto da una ricca vegetazione arborea e dalle campiture regolari di moltissimi filari di vite. Nel 1346, appena dopo la sua costruzione, il Comune di Orvieto con una “carta” del 9 Settembre obbligava Petruccio di Jacomo di Ranieri di Guglielmo a difendere il Castello. Questo nel 1385, entra a far parte della tregua del 13 Giugno  tra Muffati e Malcorini, mentre nel 1397 viene dichiarato per parte Beffata. Dopo alterne vicende, il 17 Giugno 1414, alla fine del Vicariato di Pietro Morbilli da Napoli, Papa Eugenio IV fa ritornare sotto la giurisdizione del Comune di Orvieto Castel Ribello oltre ad Allegrona, Porano e Lubriano…

L’esistenza di un fortilizio, noto come Castello di Madonna, è documentato sin dal 1350, anno in cui ne risulterebbe proprietaria tale “madonna Antonia“, moglie di Bonifacio Ranieri. In seguito il castello divenne di proprietà dei Monaldeschi della Cervara fino al 1635. Dopo diversi restauri e dopo le nozze della discendente dei Monadelschi, Giulia con Matteo Veralli. Dal’unione nascono Giovanni Battista (barone di Castel Viscardo) e Fabrizio (poi cardinale col titolo di Sant’Agostino). Da Giovanni Battista nascono Giulia e Maria. Maria nel 1636  sposa Orazio Spada e porta la famiglia, poi Spada-Veralli, nel feudo divenuto marchesato e quindi nella seconda metà del Settecento principato…

Fin dal 1222, il Castello era sottoposto alla giurisdizione del “libero Comune” di Orvieto. Come, in genere, tutte le fortificazioni della zona, aveva una doppia valenza: faceva parte della cintura difensiva del Comune, ma era anche il teatro delle lotte intestine tra le famiglie orvietane. Il castello si trova nel comune di Ficulle, immerso in una fertile ed incontaminata campagna caratterizzata da stupendi vigneti…

Il castello si trova nella frazione di Montegiove, a poca distanza da Montegabbione. La struttura venne costruita nel XIII secolo, dalla famiglia longobarda dei Bulgarelli, conti di Parrano e di Marsciano. La forma originaria del castello prevedeva una cinta muraria ovoidale, nella quale era posta una torre bassa d’ingresso, aperta da un lato e con una porta munita di saracinesca….